giovedì 24 marzo 2016

Vi voglio bene

A tutti gli amici che scrivono "apposto" invece che "a posto",
che scrivono "avvolte" invece che "a volte",
quelli che acceLLerano, cioè diventano più ceLLeri,
quelli che "non c'è più coscenza, signora mia", ma non c'è più nemmeno una i, signora mia,
quelli che fanno "conoscienza" con le persone, ma non fanno amicizia con l'ortografia,
quelli che scrivono che un "pò" si sentono in colpa, ma non sanno che dovrebbero sentirsi in colpa un po' di più, dopo averlo scritto,
quelli che parlano di "eccezzioni", facendone un esempio al volo,
a tutti costoro:
VI VOGLIO BENE, e ne sono sicuro, perché è solo ed esclusivamente per questo che non mi viene l'istinto di picchiarvi.

1 commento:

Marco Beri ha detto...

Un pò ai raggione, lo sò. Daltronde dobbiamo pazzientare con cuesti cuà

Popular Posts

Collaboratori