giovedì 24 marzo 2016

Vi voglio bene

A tutti gli amici che scrivono "apposto" invece che "a posto",
che scrivono "avvolte" invece che "a volte",
quelli che acceLLerano, cioè diventano più ceLLeri,
quelli che "non c'è più coscenza, signora mia", ma non c'è più nemmeno una i, signora mia,
quelli che fanno "conoscienza" con le persone, ma non fanno amicizia con l'ortografia,
quelli che scrivono che un "pò" si sentono in colpa, ma non sanno che dovrebbero sentirsi in colpa un po' di più, dopo averlo scritto,
quelli che parlano di "eccezzioni", facendone un esempio al volo,
a tutti costoro:
VI VOGLIO BENE, e ne sono sicuro, perché è solo ed esclusivamente per questo che non mi viene l'istinto di picchiarvi.

giovedì 7 gennaio 2016

Buonocore reloaded

Nino Buonocore, autore dell'inno di tutti i servi della gleba ovvero "Scrivimi", ha scritto il seguito. Guarito dalla servitù, ha scritto "Fottiti".
Qui un estratto, dedicato a tutte le stronze (ma si applica perfettamente anche al genere maschile)
Fottiti
quando il vento avrà spogliato gli alberi
gli altri sono andati al cinema
e tu sei rimasta sola
un motivo ci sarà ma intanto
Fottiti
se t'impegni non è poi difficile
quando nella gente troverai
solamente indifferenza
alla lista indifferenti aggiungi me.
E se non avrai da dire niente di particolare
non ti devi preoccupare
me ne fotto uguale
a me basta di sapere
che non sono io il cornuto
perché io so accontentarmi di non esserci caduto
mi basta poco
per mandarti a fare in culo
fottiti
anche quando penserai che ti sei innamorata
ohoho fottiti

Popular Posts

Collaboratori