venerdì 13 dicembre 2013

Tatuaggi

Non capisco perché gli immigrati debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché i partigiani debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché gli ebrei debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché i politici debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché i preti debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché i dobermann debbano essere tutti mansueti per alcuni e tutti assassini per altri.
Non capisco perché Daniele Luttazzi debba essere un genio per alcuni e solo un copione per altri.
Non capisco perché Matteo Renzi debba essere l'uomo del destino per alcuni e solo un altro arraffone per altri, ancora prima che abbia fatto qualcosa. Non parlo di ciò che dice, quello è criticabile o condivisibile già fin d'ora.
Non capisco perché gli americani debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri.
Non capisco perché l'Unione Europea debba essere esclusivamente una salvezza per alcuni e solo una sciagura per altri.
Non capisco perché ______________ debbano essere tutti santi per alcuni e tutti criminali per altri. Riempi tu con la parola che vuoi, vedrai che ne trovi di esempi.

Sto scherzando: in realtà lo capisco bene. Semplificare evita di ragionare e di avere dubbi. Meglio essere tifosi e avere convinzioni ferme, solide e incrollabili. Un bello slogan spegne il cervello, così, bello riposato, lo puoi occupare con il calcio e la figa se sei maschio, oppure con la moda e il gossip se sei femmina. Puoi pensare all'ultimo smartphone (anche qui la scelta è in base alla setta cui appartieni, Apple, Android o Nokia), all'ultimo televisore ultrapiatto, all'ultima moda: e se ti dico che è la stessa di trent'anni fa, ma che importa, ora è nuova, oppure è vintage, comunque è l'ultimo grido.
Una bella convinzione è come un tatuaggio. Una volta che lo fai, non cambia più, al limite con l'età si raggrinzisce un pochino, si confondono i contorni, ma tu lo sai che cosa ti eri fatto e per te è sempre lo stesso. Oppure ce ne fai sopra un altro, più grosso.


Nessun commento:

Popular Posts

Collaboratori