lunedì 9 dicembre 2013

Suole

Salgo sull'autobus e mi siedo davanti a un settore a quattro posti. Di fronte a me si siede un pischello con morosa a fianco. Appena seduto mette i piedi sul bordo del sedile davanti. La morosa non ha solo dei begli occhi, ha uno scatto di intelligenza e gli dice "Ma è necessario mettere i piedi su?". Il pischello,futuro onorevole, ribatte "Ma non c'è nessuno". A questo punto io, futuro pischellicida, intervengo e dico "La tua ragazza ha ragione, chi si siederà lì si sporcherà i pantaloni". Al che il futuro presidente del consiglio estrae il jolly: "Ma io non ho le scarpe sporche!". Lo finisco dialetticamente: "Sotto le suole sì, a meno che tu cammini galleggiando nell'aria.".
Il pischello leva i piedi e comincia ad amoreggiare con la povera vittima dei propri ormoni che gli sta a fianco. Ma scegliere uno con il pollice opponibile no? Fatti fare un tagliando al buon gusto.
Passano sì e no due minuti e il cervello da mosca del pischelloleso si dimentica del recente passato e rimette i piedi sul sedile.
In rapida sequenza valuto le seguenti ipotesi:
- gliene dico quattro
- ne dico quattro alla pischella detentrice di neuroni, abusivamente adoperata dal detentore di cranio sottovuoto. Magari lei riesce con la forza dei feromoni a comunicare qualcosa al folletto worwerk cranico, nel senso che se gli infili una cannuccia nel naso aspira la polvere.
- gli tatuo quello che devo dirgli a schiaffoni sulla pancia, così se se la guarda si ricorda qualcosa
- mi alzo e lo minaccio fisicamente, con un tono di voce bassissimo, totale calma apparente e il mio sguardo da killer brevettato.
- mi alzo e con nonchalance faccio un purè di ossa craniche. Tanto dentro non c'è niente. Devo solo stare attento all'effetto implosione.
- lascio perdere e aspetto che si presenti alle elezioni, rassegnato all'inevitabile decadenza del genere umano.
Opto per l'ultima ipotesi e scendo. Ciò mi permetterà di evitare l'ingiusto carcere riservato a chi si prende carico di aumentare l'intelligenza media mondiale.
Ma la prossima volta ho paura che non andrà così bene a me. A lui peggio di così non può andare.

3 commenti:

Marco Beri ha detto...

Non si era detto di giudicare le persone una per una? ;-)

(C:) ha detto...

Appunto... questo è individualmente un coglione

Anonimo ha detto...

hahahah, dopo questi pensieri che ti sono passati per la testa mi sa che "Nonno" Giorgio dovrà ricredersi sulla non-violenza dei fumatori di pipa.
Giulio

Popular Posts

Collaboratori