mercoledì 8 febbraio 2012

Te ci hanno mai mannato a quer paese?

Questa è la lettera di reclamo che ho appena mandato a Trenitalia.

Spett. Trenitalia, sono un abbonato che ogni giorno prende il treno FR1 a Parco Leonardo per scendere a Roma Tiburtina.
Anche stamattina il treno ha avuto un enorme ritardo, 55 minuti. Ho scoperto che ciò era dovuto ad un treno guasto, che però è arrivato a Fiumicino Aeroporto e lì, solo lì, si è fermato, sostituito da un treno che è arrivato due minuti dopo.
Poiché c'è un treno ogni quarto d'ora, per quale idiota motivo il treno guasto si fa arrivare fino a destinazione accumulando quasi un'ora di ritardo invece che parcheggiarlo in una stazione, almeno una delle stazioni maggiori che di sicuro hanno abbastanza binari per fare questa operazione, e non si trasbordano i passeggeri sul treno successivo? Ci vuole uno scienziato? Un fenomeno? Invece si fa strame della pazienza dei passeggeri e si lavora con i piedi.
La mia educazione mi impedisce di mettere per iscritto tutti gli insulti che meritereste. Vergognatevi. Vergognatevi. Vergognatevi. Fatto? Ecco allora ricominciate da capo.


Questi mentecatti di Frenitalia sono vergognosi ogni giorno di più. La linea ferroviaria su cui viaggio è condivisa tra un servizio di treni regionali e il Leonardo Express, un treno diretto Fiumicino-Stazione Termini.
Quando quest'ultimo è in ritardo, bloccano tutti i treni regionali per farlo passare, perché i passeggeri dei regionali sono di serie B. Quando si rompe un treno, e succede spesso, fanno casini come quelli che ho descritto nel mio reclamo.
Non parlo della pulizia dei treni, o dei graffiti, o delle stazioni piene di spazzatura per terra. Ciò dipende da un sacco di persone che non sanno che cos'è la civiltà e l'educazione e le ferrovie non possono farci nulla.
Non parlo della poca manutenzione: so che ci sono pochi soldi e che senza contributi statali e regionali i servizi ferroviari costerebbero molto di più o non potrebbero andare avanti.
Insomma lo so che spesso si fanno le nozze con i fichi secchi, perché i nostri governi pensano a tutto tranne che a potenziare la linea ferroviaria, anche di fronte al disastro delle nostre autostrade intasate di camion che non dovrebbero esserci.
Io parlo di buon senso. Perché non si fa quel che si può con un po' di testa e nessuno si interessa della qualità del servizio. E mi faccio delle domande.
Perché fanno questo? Perché siamo tutti i giorni presi a schiaffi da persone così? Perché si permettono di fare il bello e il cattivo tempo con i loro clienti?
Secondo me perché nessuno protesta. Dovremmo scrivere reclami ogni giorno, mettendo in copia i giornali, diffondendoli su internet. Poiché ciò non basterebbe, dovremmo manifestare in piazza, far rimuovere i responsabili. Dovremmo prendere a schiaffi qualcuno.

E invece... il reclamo lo scrivo la prossima volta, ché non ho tempo. Stasera c'è la partita in TV e prima devo andare in palestra. E comunque ho già mandato affanculo il controllore, perché è ora di finirla.
Ah, il controllore non c'entra niente? Beh, con qualcuno mi dovevo sfogare no?

Ci meritiamo proprio la ministra piangente e il senatore a vita che si annoia col posto fisso. E pensa che prima era peggio.

2 commenti:

Marco Beri ha detto...

Hai mandato una raccomandata RR? Fa sempre molta scena. Oppure una email? E hai scritto anche ai giornali?

(C:) ha detto...

No, ho compilato il form online. Tra l'altro complicatissimo.
Ho richiesto una risposta. Sono un povero illuso? Lo dirà il tempo.
Se arriva la risposta la mando a qualche giornale.

Popular Posts

Collaboratori