giovedì 30 luglio 2009

nuvole...

... di pensieri sorpresi a pensare. su coperte che sembrano provenire dal deserto, con legate al collo le idee. Intanto emozioni che fanno poi sapore prima di venire alle labbra...come se il mare non avesse sorprese..
a volte..a volte..si resta avvolti in voli ...sorpresi e sospesi di eguali respiri...

che giorno era?

mercoledì 22 luglio 2009

preso caffe' espresso? Allora ferma e gradisci..

"C'era una volta..."
tutte le favole cominciano così più o meno. Ma esistono voli pindarici che è meglio non fare e mi chiedo, vi chiedo perchè Gheddafi dormiva nella tenda? Usanze arabe o piccole perversioni da monarca...
Perchè mi chiedo come faceva il corvo nero a dormire nel lettone con le tende? e la domanda nasce spontanea...non ci troviamo tutti di fronte ad una strana sindrome di Stoccolma? Dove il popolo torturato ammira le imprese falso erotiche del torturatore?
Domande aperte quasi infinite..frutto di un caldo abissale...tante volte da bambini ripetevamo "metto le mani davanti agli occhi e divento invisibile .."oggi se metto le mani davanti agli occhi eccola li...mi appare una quaglia e intravedo un pollo lesso sulla settantina, che si fa fregare da una che ha come iniziali PD..ma quello che volevo dire..

oppsss..scusate il telefonino....
(1 minuto dopo ..sudato)

Mi ha appena chiamato Scapagnini, la telefonata era registrata mi ha detto che il presidente gradisce le vongole e quindi ha immediatamente disposto che sia portato un tonnellaggio fresco e carino direttamente da Chioggia, via Catania.
rioppss scusate..il telefonino.
(2 minuti dopo..sudato..ancora..)
Era ancora Scapagnini, aveva capito male non erano vongole erano donnole..ha detto che le mani del capo erano pallide e quindi ha pensato bene di ammansire una suora foggiana che potesse lenire le ferite, ma poi io ne deduco...
strra oppss scusate il telefonino.
(3 minuti dopo..sudato di piu'..)
Ancora lui..chiamato D'Alema..si el leader maximo, ha finito nell'era veltroniana la ricetta per le lunghe durate...Scapagnini mi chiede di chiamare il presidente...che dite proviamo?
"Presidente?"
"si mi dica...come sta?"
"bene presidente,.,la chiamo per una cortesia. Il dott. Scapagnini mi ha detto dell'Onorevole D'alema"
"ma lui e' qui con me..dorme nel letto di Putin, povero ragazzo...dorme come un angelo..lo dovesse vedere..."

e allora mi chiedo..ma chi sa che fine hanno fatto Hansel e Gretel?

Berlusconi dichiara: "Non sono un santo". Reazioni.

Emilio Fede si dice commosso davanti a tanta modestia.
Noemi Letizia dichiara: "A me Papi aveva detto che era lo Spirito Santo".
Bondi dichiara "E' una sordida campagna della sinistra". Da quanto non dice qualcosa di diverso?
Zappadu cancella col il Photoshop l'aureola dalla testa del premier.
Gheddafi dichiara: "Anche le mie amazzoni se ne erano accorte. I santi non toccano il culo a tutte, mi pare".
A Napoli riappare la spazzatura.
All'Aquila i terremotati si accorgono che non sono in villeggiatura.
I passeggeri dell'Alitalia si accorgono che le tariffe sono aumentate.
Padre Pio tira un sospiro di sollievo.
La Merkel dichiara "Effettivamente santi a cucù non ne avevo mai visti".
Bush si converte al Buddismo.
Panico alla redazione dell'Osservatore Romano: ma l'esenzione dall'ICI non era un miracolo?
Il Vaticano sospende la discussione in commissione sull'Eucaristia ai divorziati, già in stato avanzato.
Titolo del Giornale: "Berlusconi: sono solo beato".
Panorama sospende la pubblicazione dell'articolo "Silvio Santo prima" (santo subito era troppo poco).
Il Tg1 censura la notizia. Minzolini lo sa come va a finire.
Mangano tace.





Aggiornamento. Berlusconi: "Mai detto di non essere santo".
Minzolini aveva previsto tutto.

martedì 14 luglio 2009

Scudo fiscale

Il giorno che Berlusconi e Tremonti verranno giudicati politicamente, per i danni che hanno fatto, fanno di continuo e seguiteranno a fare, e di conseguenza verranno esclusi dalla vita politica di questo paese, sarà sempre troppo tardi.
Lo scudo fiscale è un abominio, serve a riciclare i soldi sporchi, sia delle organizzazioni criminali che delle aziende disoneste. E' tanto difficile capirlo? Operai, impiegati, massaie che votate il PdL, lo sapete che queste leggi non servono a voi, che i soldi che torneranno in Italia non saranno investiti per voi, ma torneranno nelle mani dei farabutti che li avevano portati all'estero? Che l'unico effetto tangibile sarà l'aumento dei Suv e del lusso di pochi delinquenti, legalizzati e no?
E' una vergogna nazionale. Bisogna scendere in piazza, manifestare tutti i giorni, massacrare il governo e li parlamento di messaggi per evitare questa schifezza. Voglio uno Stato di diritto e non la legalizzazione delle legge della giungla. Voglio un'opposizione dura, senza tregua, da parte di tutte le persone oneste, destra e sinistra non contano in questa battaglia. Voglio che il Presidente della Repubblica non firmi questa legge, e che la smetta di parlare di tregue. C'è un gruppo di farabutti che occupa il governo, e chi sta con loro è loro complice.
Un giorno pagherete per le vostre malefatte, non so come e non sarò io a punirvi, ma arriverà il momento. E quel giorno mi ubriacherò, farò festa e avrò ancora una speranza per questa povera Italia.
Forse è solo un sogno, una speranza, ma rivendico il diritto di indignarmi sempre, di fronte a questa smaccata, indecente, svergognata cricca di parvenu della democrazia.

venerdì 10 luglio 2009

Scoop!

Trovata una rarissima foto in cui Barack Obama, al G8 dell'Aquila, appare senza Berlusconi al suo fianco.

mercoledì 8 luglio 2009

Piccoli inizi di semplici storie d'amore

La metropolitana era semivuota. Lei sedeva di fronte. Lui la guardò, notò quegli occhi grandi e sinceri, le sorrise e, cosa insolita per un timido, le disse "Signorina, con quegli occhi, mi lascia senza fiato". Mentre lui si mordeva le labbra, pensando a quanto era stato stupido a dire quella frase, il vagone si illuminò del rossore sulle guance di lei.

Avevano lavorato fianco a fianco per anni, passavano tutto il tempo insieme, ma fuori dal lavoro non si incontravano mai. Un giorno, lui si licenziò, aveva trovato di meglio. Si scambiarono i numeri del cellulare personale; prima avevano sempre usato quello aziendale per comunicare.
Dopo due giorni, lei si accorse che non le piaceva più il lavoro. La giornata si trascinava stancamente, e tutte le cose intorno ricordavano lui. Non si era mai resa conto che la vita senza di lui era vuota.
Gli mandò un curriculum: si incontrarono in pausa pranzo, e i baci fecero dimenticare loro che la giornata lavorativa comprendeva il pomeriggio.

Correva sempre dietro alle ragazze, e più erano stupide, più gli piacevano. Era il re della discoteca, lo sciupafemmine dell'azienda; aveva lasciato il ricordo di una notte a tutte le segretarie e gran parte delle impiegate, aveva messo in pericolo parecchi matrimoni.
Non aveva messo in conto che il primo no l'avrebbe imprigionato per sempre.

martedì 7 luglio 2009

Gran varietà 6

Le badanti già in Italia non rischiano il carcere. Sollievo tra il personale di Palazzo Grazioli.

Il 22% delle badanti è formato da persone non clandestine ma che lavorano in nero.
La percentuale di imprese che lavora in nero è molto più alta. Questo fa pensare. Il razzismo nei pagamenti non esiste.

Sky batte Mediaset nei ricavi. Nelle minchiate è ancora lontana.

(ANSA) - LONDRA, 7 LUG - Prendere a martellate il Bacio di Rodin: Herman Bean, fondatore del movimento artistico New Imaginism, mette in guardia il Musee Rodin. Intende ridurre la statua in macerie e lancia un appello ad altre figure nel mondo dell'arte perche' si uniscano a lui. ''Creazione significa distruzione'',spiega l'artista. ''E' come quando una persona cara muore: ci rendiamo conto di cosa abbiamo perso solo quando non c'e' piu'.Quando il 'Bacio' sara' distrutto lo ameremo e lo apprezzeremo ancora di piu'.
Succederà più o meno la stessa cosa alla giustizia e alla libertà di stampa in Italia, dopo la legge sulle intercettazioni. Alfano è un artista incompreso.

(ANSA) - WASHINGTON, 7 LUG - Una falla affligge i sistemi operativi Windows XP e Windows Server 2003: a lanciare l'allarme e' Microsoft.
Fa ancora notizia una falla in Windows? E' uno scherzo vero?

(ANSA) - ROMA, 7 LUG - La conferenza dei capigruppo del Senato ha confermato lo slittamento a dopo l'estate dell'esame del ddl intercettazioni.

E' giusto, bisogna essere riposati per fare i lavori pesanti. A ottobre la decontaminazione: il contatto con certe schifezze è pericoloso.

Popular Posts

Collaboratori