martedì 22 dicembre 2009

Buon Natale

Che palle!!! Quanta fuffa intorno al Natale. Pubblicità, luminarie, buonismo a buon mercato. A Natale siamo tutti più buoni? Ditelo ai cassieri dei negozi aperti la vigilia.
A me piace pensare che a Natale si ricordi la nascita di un uomo che ha detto "Ama il tuo prossimo come te stesso", "C'è più gioia nel dare che nel ricevere", "Date a Cesare quel che è di Cesare, a Dio quel che è di Dio". E che ha avuto a cuore gli ultimi, i diseredati, i bambini; non i potenti, non i ricchi, non quelli che oggi tutti ammirano chiamandoli "uomini di successo". E ha parlato di pace e giustizia.
Qualcuno dice che fosse figlio di Dio, ma, in ogni caso, le sue parole sono rimaste e sono la strada migliore per cercare la vera felicità.
Auguri a tutti.

venerdì 4 dicembre 2009

Pillole

I tribunali non riescono più ad andare avanti. Anche la cancelleria scarseggia. Manca addirittura l'inchiostro per iscrivere Berlusconi nel registro degli indagati.

Per la terza volta a X-Factor vince uno della squadra di Morgan. Aperta un'inchiesta: gli inquirenti ipotizzano consulenze di Moggi.

Maestre d'asilo torturavano i bambini. Li minacciavano con foto di Giovanardi e La Russa. Subito ingaggiate per "Amici". E quella mammoletta della Celentano all'asilo!

Trovo incivile che nessuno in questo paese, di fronte all'atto vile di violenza accaduto in piazza Duomo, non abbia espresso solidarietà al souvenir del Duomo, ingiustamente offeso dal gesto sconsiderato di un folle.

Dopo l'aggressione a Berlusconi, andati a ruba i souvenir del Duomo. Se l'avessi saputo prima, avrei regalato a Tartaglia il cd che ho inciso, o al limite un cd di Ubuntu.

Proporrei una legge per far scegliere agli italiani tra il diritto al voto e la possibilità di presentarsi ai provini del Grande Fratello. In diecimila voteremmo sicuramente meglio.

Bloccati per la neve quattro treni nel tunnel sotto la Manica. Quasi tutti i passeggeri nel panico, gli altri erano italiani.

Barack Obama, Nobel per la pace, manda 30000 soldati in Afghanistan. I talebani meditano di assegnargli il Nobel per la Guerra, hai visto mai...

P.S. tanto per essere chiari, condanno l'aggressione a Berlusconi, ma questa non cambia di una virgola il mio giudizio su di lui e sulla sua politica.
Presidente, si rimetta presto, almeno prima della sentenza definitiva sul processo Mills. Ad Hammamet è tutto pronto per accoglierla.

martedì 17 novembre 2009

Adesso basta!



E' bene che la nostra capacità di indignazione resista alla tentazione di scoraggiarsi, di mollare tutto e rassegnarsi alla vergogna.
L'Italia non è uno Stato di diritto da tempo, e gli italiani non se ne accorgono.

martedì 10 novembre 2009

Giovanardi

E' mai possibile che dobbiamo avere come parlamentare, addirittura ministro, un personaggio come Giovanardi? Uno che equipara l'hashish all'eroina? Uno che dice "l'assassino di Stefano Cucchi è la droga"? Un fottuto moralista che parla a sproposito di un argomento che non conosce per nulla? Anzi legifera sull'argomento?
Leggete qui.
Ma poi mi ricordo dei suoi colleghi di governo, e, di nascosto, mi scende una lacrima.
Ma almeno la Carfagna è gnocca. Almeno Brunetta non entra nelle foto. Giovanardi sembra un protagonista della prima parte di "2001 Odissea nello Spazio". Non avete notato che ha la stessa espressività del monolito nero? Pensavate alle scimmie? No dai, all'osso in mano alla scimma no! Esagerati. Però effettivamente... no no è più grasso.
Questa Corte dei Miracoli prima o poi troverà la sua giusta collocazione? Almeno il suo re? No no le carceri sono troppo piene.

martedì 25 agosto 2009

Premi a capocchia

(ansa.it)
NOEMI LETIZIA PREMIATA COME 'TALENTO DEL FUTURO' link

La celebre... celebre... adolescente parteciperà anche ad altri concorsi.
  • Premio "Massimo risultato con minimo sforzo"
  • Premio "Badante dell'anno"
  • Premio "Ci vuole un bel coraggio"
  • Premio "Che s'ha dda fa' pe' ffa' carriera"
  • Premio "Meritocrazia"
  • Premio "Largo NElle giovani"
  • Premio "Monica Lewinsky"
  • Premio "Moana Pozzi"
  • Premio "Non sono una gran gnocca ma mi do da fare"
  • Premio "Poor'Italia"
  • Premio "Festa di compleanno col botto"

giovedì 30 luglio 2009

nuvole...

... di pensieri sorpresi a pensare. su coperte che sembrano provenire dal deserto, con legate al collo le idee. Intanto emozioni che fanno poi sapore prima di venire alle labbra...come se il mare non avesse sorprese..
a volte..a volte..si resta avvolti in voli ...sorpresi e sospesi di eguali respiri...

che giorno era?

mercoledì 22 luglio 2009

preso caffe' espresso? Allora ferma e gradisci..

"C'era una volta..."
tutte le favole cominciano così più o meno. Ma esistono voli pindarici che è meglio non fare e mi chiedo, vi chiedo perchè Gheddafi dormiva nella tenda? Usanze arabe o piccole perversioni da monarca...
Perchè mi chiedo come faceva il corvo nero a dormire nel lettone con le tende? e la domanda nasce spontanea...non ci troviamo tutti di fronte ad una strana sindrome di Stoccolma? Dove il popolo torturato ammira le imprese falso erotiche del torturatore?
Domande aperte quasi infinite..frutto di un caldo abissale...tante volte da bambini ripetevamo "metto le mani davanti agli occhi e divento invisibile .."oggi se metto le mani davanti agli occhi eccola li...mi appare una quaglia e intravedo un pollo lesso sulla settantina, che si fa fregare da una che ha come iniziali PD..ma quello che volevo dire..

oppsss..scusate il telefonino....
(1 minuto dopo ..sudato)

Mi ha appena chiamato Scapagnini, la telefonata era registrata mi ha detto che il presidente gradisce le vongole e quindi ha immediatamente disposto che sia portato un tonnellaggio fresco e carino direttamente da Chioggia, via Catania.
rioppss scusate..il telefonino.
(2 minuti dopo..sudato..ancora..)
Era ancora Scapagnini, aveva capito male non erano vongole erano donnole..ha detto che le mani del capo erano pallide e quindi ha pensato bene di ammansire una suora foggiana che potesse lenire le ferite, ma poi io ne deduco...
strra oppss scusate il telefonino.
(3 minuti dopo..sudato di piu'..)
Ancora lui..chiamato D'Alema..si el leader maximo, ha finito nell'era veltroniana la ricetta per le lunghe durate...Scapagnini mi chiede di chiamare il presidente...che dite proviamo?
"Presidente?"
"si mi dica...come sta?"
"bene presidente,.,la chiamo per una cortesia. Il dott. Scapagnini mi ha detto dell'Onorevole D'alema"
"ma lui e' qui con me..dorme nel letto di Putin, povero ragazzo...dorme come un angelo..lo dovesse vedere..."

e allora mi chiedo..ma chi sa che fine hanno fatto Hansel e Gretel?

Berlusconi dichiara: "Non sono un santo". Reazioni.

Emilio Fede si dice commosso davanti a tanta modestia.
Noemi Letizia dichiara: "A me Papi aveva detto che era lo Spirito Santo".
Bondi dichiara "E' una sordida campagna della sinistra". Da quanto non dice qualcosa di diverso?
Zappadu cancella col il Photoshop l'aureola dalla testa del premier.
Gheddafi dichiara: "Anche le mie amazzoni se ne erano accorte. I santi non toccano il culo a tutte, mi pare".
A Napoli riappare la spazzatura.
All'Aquila i terremotati si accorgono che non sono in villeggiatura.
I passeggeri dell'Alitalia si accorgono che le tariffe sono aumentate.
Padre Pio tira un sospiro di sollievo.
La Merkel dichiara "Effettivamente santi a cucù non ne avevo mai visti".
Bush si converte al Buddismo.
Panico alla redazione dell'Osservatore Romano: ma l'esenzione dall'ICI non era un miracolo?
Il Vaticano sospende la discussione in commissione sull'Eucaristia ai divorziati, già in stato avanzato.
Titolo del Giornale: "Berlusconi: sono solo beato".
Panorama sospende la pubblicazione dell'articolo "Silvio Santo prima" (santo subito era troppo poco).
Il Tg1 censura la notizia. Minzolini lo sa come va a finire.
Mangano tace.





Aggiornamento. Berlusconi: "Mai detto di non essere santo".
Minzolini aveva previsto tutto.

martedì 14 luglio 2009

Scudo fiscale

Il giorno che Berlusconi e Tremonti verranno giudicati politicamente, per i danni che hanno fatto, fanno di continuo e seguiteranno a fare, e di conseguenza verranno esclusi dalla vita politica di questo paese, sarà sempre troppo tardi.
Lo scudo fiscale è un abominio, serve a riciclare i soldi sporchi, sia delle organizzazioni criminali che delle aziende disoneste. E' tanto difficile capirlo? Operai, impiegati, massaie che votate il PdL, lo sapete che queste leggi non servono a voi, che i soldi che torneranno in Italia non saranno investiti per voi, ma torneranno nelle mani dei farabutti che li avevano portati all'estero? Che l'unico effetto tangibile sarà l'aumento dei Suv e del lusso di pochi delinquenti, legalizzati e no?
E' una vergogna nazionale. Bisogna scendere in piazza, manifestare tutti i giorni, massacrare il governo e li parlamento di messaggi per evitare questa schifezza. Voglio uno Stato di diritto e non la legalizzazione delle legge della giungla. Voglio un'opposizione dura, senza tregua, da parte di tutte le persone oneste, destra e sinistra non contano in questa battaglia. Voglio che il Presidente della Repubblica non firmi questa legge, e che la smetta di parlare di tregue. C'è un gruppo di farabutti che occupa il governo, e chi sta con loro è loro complice.
Un giorno pagherete per le vostre malefatte, non so come e non sarò io a punirvi, ma arriverà il momento. E quel giorno mi ubriacherò, farò festa e avrò ancora una speranza per questa povera Italia.
Forse è solo un sogno, una speranza, ma rivendico il diritto di indignarmi sempre, di fronte a questa smaccata, indecente, svergognata cricca di parvenu della democrazia.

venerdì 10 luglio 2009

Scoop!

Trovata una rarissima foto in cui Barack Obama, al G8 dell'Aquila, appare senza Berlusconi al suo fianco.

mercoledì 8 luglio 2009

Piccoli inizi di semplici storie d'amore

La metropolitana era semivuota. Lei sedeva di fronte. Lui la guardò, notò quegli occhi grandi e sinceri, le sorrise e, cosa insolita per un timido, le disse "Signorina, con quegli occhi, mi lascia senza fiato". Mentre lui si mordeva le labbra, pensando a quanto era stato stupido a dire quella frase, il vagone si illuminò del rossore sulle guance di lei.

Avevano lavorato fianco a fianco per anni, passavano tutto il tempo insieme, ma fuori dal lavoro non si incontravano mai. Un giorno, lui si licenziò, aveva trovato di meglio. Si scambiarono i numeri del cellulare personale; prima avevano sempre usato quello aziendale per comunicare.
Dopo due giorni, lei si accorse che non le piaceva più il lavoro. La giornata si trascinava stancamente, e tutte le cose intorno ricordavano lui. Non si era mai resa conto che la vita senza di lui era vuota.
Gli mandò un curriculum: si incontrarono in pausa pranzo, e i baci fecero dimenticare loro che la giornata lavorativa comprendeva il pomeriggio.

Correva sempre dietro alle ragazze, e più erano stupide, più gli piacevano. Era il re della discoteca, lo sciupafemmine dell'azienda; aveva lasciato il ricordo di una notte a tutte le segretarie e gran parte delle impiegate, aveva messo in pericolo parecchi matrimoni.
Non aveva messo in conto che il primo no l'avrebbe imprigionato per sempre.

martedì 7 luglio 2009

Gran varietà 6

Le badanti già in Italia non rischiano il carcere. Sollievo tra il personale di Palazzo Grazioli.

Il 22% delle badanti è formato da persone non clandestine ma che lavorano in nero.
La percentuale di imprese che lavora in nero è molto più alta. Questo fa pensare. Il razzismo nei pagamenti non esiste.

Sky batte Mediaset nei ricavi. Nelle minchiate è ancora lontana.

(ANSA) - LONDRA, 7 LUG - Prendere a martellate il Bacio di Rodin: Herman Bean, fondatore del movimento artistico New Imaginism, mette in guardia il Musee Rodin. Intende ridurre la statua in macerie e lancia un appello ad altre figure nel mondo dell'arte perche' si uniscano a lui. ''Creazione significa distruzione'',spiega l'artista. ''E' come quando una persona cara muore: ci rendiamo conto di cosa abbiamo perso solo quando non c'e' piu'.Quando il 'Bacio' sara' distrutto lo ameremo e lo apprezzeremo ancora di piu'.
Succederà più o meno la stessa cosa alla giustizia e alla libertà di stampa in Italia, dopo la legge sulle intercettazioni. Alfano è un artista incompreso.

(ANSA) - WASHINGTON, 7 LUG - Una falla affligge i sistemi operativi Windows XP e Windows Server 2003: a lanciare l'allarme e' Microsoft.
Fa ancora notizia una falla in Windows? E' uno scherzo vero?

(ANSA) - ROMA, 7 LUG - La conferenza dei capigruppo del Senato ha confermato lo slittamento a dopo l'estate dell'esame del ddl intercettazioni.

E' giusto, bisogna essere riposati per fare i lavori pesanti. A ottobre la decontaminazione: il contatto con certe schifezze è pericoloso.

venerdì 26 giugno 2009

La dura vita dell'automobilista furbo

Ah, non c'è niente come la fila in autostrada per aguzzare l'ingegno.
L'automobilista furbo scatena tutte le sue armi.
  • C'è un autogrill? Perfetto, allora entro ed esco direttamente, per passare davanti alla fila.
  • C'è un'uscita con corsia di rientro? E allora vai con il drive-thru!
  • Devo uscire alla prossima: mi metto in corsia d'emergenza 5 km prima. Oh, devo uscire io.
  • C'è un buco a destra: hop! A sinistra! Hop! Questo davanti è lento, lo supero in corsia d'emergenza! Hop!
  • Che diavolo vuole questo che suona? Sempre a suonare voi!!!
  • Allora! Muoviti! BEEEP BEEEP!!! Impara a guidare! 'Sti impediti.
Sono troppo furbo. Avrò guadagnato almeno 5 minuti.

Vauro ricensurato

Non ci posso credere, è successo di nuovo.
Grande Vauro, continua così che fai il record europeo di censure!
A proposito di censura, Bonaiuti l'ha invocata, qualche giorno fa a Radio Anch'io, contro un ascoltatore che parlava male di Berlusconi, perché le sue opinioni non erano quelle della maggioranza degli italiani, come certificato dal voto, che in democrazia è l'unica cosa che conta.
Eh no, caro il mio analfabeta della democrazia: non basta il voto, anche in Unione Sovietica c'era il voto. Per fare un tavolo ci vuole il legno (offri la tua testa?), per fare una democrazia ci vogliono informazione libera e rispetto delle minoranze.
In che paese siamo? Un paese in cui dobbiamo sperare nella Buoncostume per eliminare un aspirante dittatorello (e ho detto un millesimo di lui) dalla politica? "Povera patria", diceva Battiato; Fred Flintstone gridava "Yabba-dabba-duuuu". Sui decerebrati telespettatori elettori del PdL, le due frasi hanno il medesimo effetto. Sarà per quello che Mariastella Gelmini, col suo piglio deciso e arrogante, ha chiesto tracce più semplici per il tema di maturità?
Cara la mia avvocatessa del Nord, che fa l'esame al Sud ma taglia i fondi all'istruzione in tutta Italia isole comprese, purtroppo per te e i tuoi orribili occhiali, le tracce tipo "La fenomenologia del tronista" e "Analizza, alla luce della corretta informazione elargita dal TG4, la tua propensione a fare sesso anale passivo con il Premier" non si possono ancora fare. Dai, grida contro la censura!

mercoledì 24 giugno 2009

Gran Varietà 5

21-22 giugno: passa il referendum per l'abolizione... del referendum

Il fatto che Berlusconi e Ahmadinejad parlino sempre di complotti fomentati dalla stampa occidentale mi fa rabbrividire.

Oggi ennesima botta di sfiga: quando mi guardo allo specchio mi tocco; il prossimo carnevale mi vesto da suora, per coerenza.

La percentuale di stupidi è statisticamente uniforme, dicono. Allora sono un rabdomante specializzato in pirla.

A volte penso che il mio lavoro non è tanto male: poi mi sveglio.

giovedì 18 giugno 2009

Gran Varietà 4

Altro che febbre suina
In Libia torna la peste bubbonica. Gheddafi dichiara: "Com'è che si dice? Hmm... Ah sì! E' un complotto della sinistra". E' caccia ai topi rossi.

Accostamenti hardcore
Su un canale del digitale terrestre hanno proiettato prima "La dolce vita", poi "L'insegnante viene a casa".
La macchina per la messa in onda si è crepata per l'eccessiva escursione culturale.

Sicurezza
Dal sito ansa.it (link)
ROMA - Ieri sera intorno alle 23 un gruppo di persone armate di bastoni ha fatto irruzione in un bar gestito da un cittadino bengalese in via Casilina, all'altezza di via Zenodossio, alla periferia sud della capitale. Dopo essere entrati hanno cominciato a sfasciare sedie e tavoli del bar mandando in frantumi anche la vetrina. Subito dopo sono scappati facendo perdere le loro tracce. Il proprietario dell'esercizio commerciale ha riferito ai carabinieri della stazione Tor Pignattara che durante il raid gli assalitori non hanno urlato frasi di stampo razzista. L'uomo ha inoltre affermato di non avere mai ricevuto minacce di alcun tipo.
Per questi episodi non scattano campagne di stampa sull'allarme sicurezza.

Quote nere
Sempre da ansa.it. Settimana della moda a San Paolo (Brasile, nda), nero o indigeno il 10% dei protagonisti in base alla legge antirazziale recentemente approvata dal governo municipale.
Effettivamente, anch'io il problema del razzismo lo sentivo soprattutto legato alle sfilate di moda. Ora che il 10% delle modelle sono nere, sto più tranquillo.

mercoledì 17 giugno 2009

Gran Varietà 3

Il governo ha deciso: non verrà finanziata la ricostruzione delle seconde case in Abruzzo.
Mi aspetto il titolo de Il Giornale: "Continua la battaglia contro l'ICI".

Scossa di terremoto in Sardegna: l'epicentro è stato individuato nelle mutande di un ospite di Villa Certosa.

Per intenditori del basket:
Siena vince lo scudetto del basket per 4-0 contro Milano. E' il terzo scudetto consecutivo, e in questi tre anni le sconfitte si contano sulle dita di una mano. Propongo di cambiare il nome da Mens Sana in Maccabi.

USA: suicida un miliardario di 102 anni. Gli americani fanno le cose in grande: a noi basterebbe ricevere notizie di uno di 72.

Il guaio del PD non è il fatto che l'oppositore più forte di Berlusconi sia Di Pietro, ma che subito dopo di lui ci sia Fini.

Uscirà in autunno il nuovo giornale di Antonio Padellaro e Marco Travaglio, che si chiamerà "Il fatto".
Mi immagino le reazioni nel PDL: "Già nel nome si capisce che sarà un giornale fazioso". Già, fatti e giornali, che strana accoppiata. Ma sarò io che sono cattivo a pensare così male.

martedì 16 giugno 2009

Dal quaqquaraqquà al mavalà

Non è casuale che l'avvocato che difende Zappadu sia un eurodeputato dell'Italia dei Valori di Antonio Di Pietro. C'è una doppia veste - avvocato e parlamentare - che non si dovrebbe confondere.
(Niccolò Ghedini)

Perché guardi la pagliuzza che è nell'occhio del tuo fratello, e non t'accorgi della trave che è nel tuo? Come puoi dire al tuo fratello: Permetti che tolga la pagliuzza che è nel tuo occhio, e tu non vedi la trave che è nel tuo? Ipocrita, togli prima la trave dal tuo occhio e allora potrai vederci bene nel togliere la pagliuzza dall'occhio del tuo fratello.
(Vangelo di Luca, cap. 6, 41-42)

Ai tempi di Gesù non c'era Ghedini, altrimenti avrebbe usato "legnaia" al posto di "trave".

Gran Varietà 2

Napoli, ritorna l'emergenza spazzatura: non ci sta più sotto gli zerbini.

Emergenza rifiuti a Palermo: si cerca una soluzione per lo smaltimento dei collaboratori di giustizia.

Barack Obama definisce Berlusconi "un grande amico". E aggiunge: "E' alto, bello e abbronzato".

Ancora fumata nera per la sostituta della Ventura a X-Factor: tutti i candidati considerati finora hanno le orecchie.

Il governo rimette mano al portale italia.it, e Berlusconi in persona si occupa del logo. Non mi viene in mente nemmeno una battuta che faccia ridere più della notizia.

Veltroni si schiera con Franceschini, che abbraccia subito la strategia politica di Walter: "Corro da solo, grazie".

Italiano picchiato da extra-comunitari: questa sì che è una notizia.

Voli di Stato e Berlusconi. Il pm chiede l'archiviazione.
La Procura romana: "Sempre presente personalità titolata a fruire della tratta".
Noemi: "ve l'avevo detto che avevo il permesso".

Nuovi allestimenti per gli aerei di Stato: aggiunti pali per lap dance e piscine. Per ragioni di sicurezza non sono stati installati vulcani finti.

Topolanek torna alla carica: "La foto è contraffatta: io ce l'ho molto più lungo"

In Iran altri sette morti nelle manifestazioni contro Ahmadinejad; comunicato dei guardiani della rivoluzione: "Tranquilli, ancora un mesetto così e poi rifacciamo le elezioni".

Litigio tra Medvedev e Ahmadinejad: pare siano volate parole grosse, tra cui "democratico" e "eletto dal popolo".

lunedì 15 giugno 2009

Free blogger

Free Blogger
Analfabeti del web e della democrazia. Senza arte né parte. Ignoranti e liberticidi.
Forse quest'Italia di pecore e furbi vi merita. Io no di sicuro.

Gran Varietà

Il rasoio di Occam venne chiamato "rasoio" perché le donne non lo usavano.

Chiesto l'antidoping per la moto di Valentino Rossi, dopo il GP di Catalunya del 2009.

In seguito a improvviso decreto legislativo sulle intercettazioni, dopo anni di alimentazione forzata, è venuta a mancare all'affetto dei suoi cari
Libertà Di Stampa in Italia
di anni 61.
Ne danno la notizia i pochi giornalisti liberi italiani rimasti.

Il presidente Ahmadinejad risponde alle accuse di brogli:
- E' stato fatto tutto secondo le regole e ha vinto chi doveva vincere
- Quindi lei ha effettivamente avuto la maggioranza dei voti?
- Di più, ho avuto l'unanimità del Consiglio dei Guardiani. C'erano altre votazioni, per caso?

I Los Angeles Lakers vincono il campionato NBA, battendo in finale gli Orlando Magic. Hollywood batte Disneyworld.
In tribuna decisivo il tifo di decine di celebrità hollywoodiane, mentre nessun cartone animato ha tifato per Orlando. Ignoti i motivi del boicottaggio.

Weekend di selezioni per X-Factor a Milano. Non si è ancora trovato un sostituto per la Ventura: nessuno capisce così poco di musica come lei.

Frenetiche trattative per il nuovo allenatore del Torino: Rossi rifiuta la B, Mazzarri rifiuta la Mole, Gianpaolo non vuole Chiambretti, Topo Gigio è sotto contratto.

Definite le condizioni per Cristiano Ronaldo al Real Madrid: 55 milioni di euro più la metà di Penelope Cruz.

Inaugurata la statua di cera di Berlusconi: il premier dichiara "Non mi somiglia per niente, sta sempre zitta". Per la statua di Mangano nessuna critica.

Distorsione al ginocchio per Lorena Bianchetti: tentava di inginocchiarsi contemporaneamente verso il Vaticano e verso Palazzo Chigi. I medici: "Fortunatamente, nessun danno alla lingua".

Scoop del TG5: questo weekend faceva caldo e la gente è andata al mare. Nessuna dichiarazione della giuria del Pulitzer.

Rientro di Gheddafi in Libia. Maroni esulta "Quando respingiamo i clandestini, non guardiamo in faccia a nessuno".

La Fiat acquista la Chrysler, senza sborsare un soldo. John Elkann: "Comprare Chrysler non ha prezzo, per gli scudetti c'è MasterCard".

martedì 26 maggio 2009

il bisnonno di noemi era...

Hello!!
Stasera scrivo del caso Mills, mi sono detto allo schermo.
Ma poi, no..racconto Napoli!!
Quando si racconta una citta' come questa si rischia di perdere confini...camorra..sistema..casalesi che stanno a Caserta e...Maradona come un santo pagano portato in festa!! Di Napoli sono famosi i monumenti e che palle...di Napoli sono belle le canzoni!! no di napoli sono impressionanti le donne, belle con il bacino appeso alle gambe.
Cari amici, le donne di Napoli. Tutte amanti e prostitute,ma vive. Tutte belle da far impazzire. Le donne di Napoli sono mare, sono lividi di strade al sole. L'imperatore si fermò a lungo a Napoli, ne apprezzo' le bellezze, ne apprezzo il mare e disse ai suoi aiutanti di campo. Ho bisogno di un corpo nuovo, i fanti arrivarono in un momento con un papiro...controfirmato dal vescovo vicario e benedetto dal diabetico di corte...L'imperatore chiese l'immediata castrazione della parte virile della citta'. Alla gente a cui mancava la misura fu rivenduta na parte intima frallocca coperta di qualche monetina. Ma Napoli poi se piega ma non molla e si rimette a cantare...sorridendo amara. I sorrisi amari di Napoli sono la conseguenza del ciarpame, i sorrisi dell'imperatore sono bestiali ghigni..i sorrisi di Napoli sono sdentati..
i vestiti dei ricchi li puoi dare ai poveri..i vestiti dei poveri vanno bene solo ad altri poveri. I poveri hanno progenie numerose e lo stesso pantalone gira 12 mode e altrettanti figli. Napoli è una citta lenta, un fado. L'imperatore negli amplessi dimostra un vorace gusto di nudita'..
napoli e' viva..ma l'imperatore lo vedremo impazzire?

mercoledì 20 maggio 2009

L'anello mancante

Trovato l'anello mancante tra l'homo erectus e l'homo sapiens!
Ma dico io, che ci voleva?
In televisione, di uomini che di sicuro sono un passo indietro nell'evoluzione ce ne sono a frotte. Non ve lo devo dire io dove cercarli, vero? L'homo prostituens ha colonizzato con molti suoi esemplari, femminili e non, il tubo catodico (questo sì che è in estinzione) o ex-catodico. I tipi di prostituzione sono molti: a volte è intellettuale, a volte fisica, ma di solito è completa.
E nell'informazione? Personaggi che mescolano notizie, gossip, propaganda e pubblicità in un calderone e ne traggono fuori delle polpette avvelenate chiamate "sondaggi"? Ah beh, voglio vedervi a dire che sono sapiens. Si vede che non sono totalmente evoluti: uno ha la voce di una donna, e mi fermo qui, mi sembra troppo dedicargli altre parole; un altro ha la paresi del predatore, sempre con i denti in mostra, che guarda il Panorama alla ricerca di PreDe; uno ha la circonferenza della Sicilia, evidentemente non funziona ancora bene l'apparato digerente; uno urla sempre per spaventare l'avversario, usando parolacce ripetute all'infinito per impedire di parlare.
E nei call center, quelli che rispondono a caso alle vostre domande e poi vi tengono in attesa per ore? Saranno mica esseri umani? Non tutti sono così, ci mancherebbe (io conosco bene i call center, lavoro per "Loro"), ma si annidano parecchi esemplari. Voi non li vedete, ma io ho visto cozze che voi umani...
Ma parliamo del cinema: questi animali che stanno in letargo per primavera estate e autunno e poi si risvegliano a Natale invadendo il grande schermo? Ma dico io, i sapiens non vanno in letargo, o no? Va beh, alcuni parzialmente sono sempre in letargo cerebrale, poi si vede che cosa votano, ma apparentemente si muovono, mangiano, insomma sembrano normali finché non parlano di politica.
Infine, il più pericoloso stadio dell'evoluzione, che solo una decina di anni fa è stato scoperto e portato finalmente alla conoscenza del mondo, è l'homo realitus, un uomo che vive in nidi blindatissimi, ma di cui si vede tutto, che si abbandona a rituali esoterici nella forma ma pubblici anzi mediatici nella sostanza: litigi, isterismi, rituali d'accoppiamento, pavoneggiamenti, e distruzioni della lingua e della cultura; tutti riti di una nuova religione, ostentati, sempre finti, almeno un po', sempre condivisi con il mondo intero, o almeno con gli affezionati telespettatori.
E ci voleva un cranio per scoprire l'anello mancante nell'evoluzione? Ma con tutte queste zucche vuote, non c'era bisogno di andare in Africa.

domenica 17 maggio 2009

vincoli di sangue....

Stasera...
sono tornato un po' prima e un po' stanco..
ho messo su quattre anime e un gioco di cristalli perfetti per mettere insieme un castello di carte. Sono qui e ascolto musica triste, ho trovato il mio telefonino spento e dopo una notte insonne che io ho visto da vicino l'ho lasciato acceso. Non rispondo a nesuno e sono a mare, sono davanti al mare dei pensieri piu' intimi.
Gioco al destino con il 18 Luglio 1970, nato rosso sulla roulette della mia vita. Tu sarai uscita fuori da qualche gioco di prestigio, che ho fatto con l'anima mia... e poi forse alla fine non esisto e chi sa quanto resisterò con tutte le sigarette che fumo..ma poi che mi frega del mio eventuale e anche domani?
un tempo era molto semplice, io che prendo per filo i pensieri e li metto a scrivere li faccio nascere li faccio morire, ma tu sei entrata dentro attraverso l'anima e il mio giubbotto di pelle non mi difende da tutto questo. Poi, mi chiedo tanto prima di partire..prima di partire mi chiedo dove ho messo i calzini e dove ho rimesso gli occhi. Li trovo stretti dentro di me, e dentro di noi....come fossero cose da non rivelare a nessuno per non permettermi di farmi del male. Bevo una birra da solo, dormono tutti e questa mi fa compagnia,
viene fuori il mio sguardo elettrico e magnetico quando bevo. Non ti preoccupare starò allegro domattina ma se poi questo è una roulette impazzita, e stasera mi stai facendo sentire tutte le sere che sono assente, e....perchè poi dentro sento tutto questo dolore. Un dolore che non ho mai sentito. Un dolore che fa male al cuore. Un dolore che ti ripercuote nelle tempie e ti fa dire "non sei nessuno, non sei nessuno.Lei deve essere felice, e tu non sei nessuno!!" Ma questo dolore forse sarà crescita e mescita. Accendo una sigaretta, e ....sbuffo davanti allo schermo, perchè .....
stasera non ho cenato...

mercoledì 13 maggio 2009

New Entry

Da oggi collabora al blog un nuovo autore. L'ho "corteggiato" per un sacco di tempo, e alla fine l'ho convinto.
E' un caro amico, un po' pazzo, un po' surreale, come piace a me insomma; ma soprattutto è un amico vero.
Ha scelto uno pseudonimo, Lio Good, come si addice a chi è troppo esuberante per avere una sola personalità.
Tutto ciò che scriverà sarà pubblicato direttamente da lui, senza nessuna censura o modifica preventiva. Ho il presentimento che sarà una sorpresa per tutti, anche per me.
Quindi do il benvenuto a Lio, finalmente. Lascio a lui, se vorrà, l'onere di presentarsi.
Qui sotto il primo contributo. Buona lettura.

cercando un altro me..

Io cerco due parole, da consolare.. due parole che facciano pensare.
Nel paese in cui mi sono rintanato vedo strade attraversate di somari, come in montagna..eppure sembra esserci il mare, nel paese in cui mi hanno scovato non vedo che mare. Nel paese dove siamo rintanati beviamo bicchiere di rum che fanno caldo alla gola e mangiamo sale per cortecce.. Nel paese dove mi catturano le idee, l'imperatore rimane con le sue vestali e toglie la polvere dal letto per un nuovo incontro. Un sorriso di mastro Titta detto er boia?
un sorriso di mastro Titta e cerco di vedere che carte gioca, mi assicura che volendo puo' preparare un modello quasi simile al mio cervello fatto con cartoncini di casa aragonese. Io che lo vedo di sbieco ma mastro Titta detto er boia sorride bonario, un po' come l'imperatore e cerca di curiosare tra le gambe della mia compagna di banco...
un banco di banca..un panco, una panca..e tante panchine, vogliamo rifare il piano regolatore...ma ci faranno ancora camminare in questo posto...chiaro scuro dove ci hanno regalato un sogno di vittorie e un nuovo neocolonialismo da canzoni di pianobar e noi.che lavoro facciamo?
Noi..nulla ...
nulla di che inventiamo parole confortanti in questo desolante eldorado!!

lunedì 11 maggio 2009

Pareidolia

Un mio caro amico, Marco Beri, mi ha passato un file audio di Massimo Polidoro in cui si parla di pareidolia.
Non starò qui a spiegare che cos'è la pareidolia: wikipedia (vedi link precedente) è molto esaustiva.
L'argomento è molto interessante, e nella dissertazione di Polidoro sembra che la pareidolia sia legata ad illusioni ottiche o auditive, a fenomeni che sembrano paranormali e invece sono spiegabili scientificamente.
In realtà a me fa pensare che la pareidolia è una cosa che ci succede tutti i giorni: farò alcuni esempi, inventati per l'occasione o realmente accaduti.

1. Mi sembrava che quella ragazza fosse davvero attratta da me: diceva quanto sono bravo, dolce, comprensivo, e beata la donna che mi avrebbe avuto come compagno. Stavamo sempre insieme, al cinema, in gita in qualche città d'arte, al ristorante. La portavo in giro dappertutto e alla fine della serata mi abbracciava come se fossi la cosa più preziosa.
Quando mi sono fatto avanti, dopo mesi di felicità, mi ha detto: "tu per me sei troppo importante come amico, ti voglio troppo bene per stare con te".
Trattasi di pareidolia dell'amico, o del servo della gleba, o della sfruttatrice, a seconda dei punti di vista.

2. Mi sembrava che quel politico fosse davvero un uomo nuovo, estraneo ai giochi della politica cui eravamo abituati, imprenditore di successo, mi comunicava fiducia, mi sembrava che fosse amico di tutti i grandi della terra, circondato di persone che lo adoravano. Mi sembrava che fosse il nuovo, il futuro, un piccolo messia dell'Italia. Se era stato così bravo con la sua azienda, perché mai non avrebbe potuto essere ugualmente bravo in politica.
E invece era un piccolo massone, mafioso, bugiardo e delinquente.
Trattasi di pareidolia del Berlusconi. Ci tengo a precisare che non ne ho mai sofferto.

3. Mi sembrava che Marco fosse una persona molto seria. La prima volta che l'ho conosciuto abbiamo parlato di filosofia, teologia, agnosticismo, ingnosticismo e altro. A lui devo l'ispirazione per una dei miei migliori aforismi: "Il Purgatorio è un'area di staging".
Invece è un casinista nato, molto spesso irrefrenabile, a volte estremamente infantile negli atteggiamenti (nel senso migliore del termine). Attenzione: non sto dicendo assolutamente che sia uno stupido o un irresponsabile; in realtà avevo visto solo un lato della sua persona.
Pareidolia del tipo "ancora meglio di quanto pensassi".



4. Alcuni vedono in questa immagine la faccia di un giornalista.


5. Alcuni hanno visto in questa immagine un ministro della repubblica


6. Alcuni infine vedono in questa immagine la faccia di un direttore di giornale, addirittura umano.
L'interessato ha prontamente smentito, con una serie di editoriali; ha sostenuto con varie argomentazioni di non essere né un direttore, né un giornalista.
E' stato fermo, esaustivo e preciso nella sua tesi, ma non se n'è ancora accorto. E purtroppo molti dei suoi lettori nemmeno.
Conduceva una trasmissione chiamata "L'alieno" ed il motivo era evidente. Purtroppo non ha mai avuto il coraggio di fare una trasmissione chiamata "Goebbels", forse perché voleva farla il suo collega Belpietro.


Pareidolie ce ne sono continuamente: il tuo datore di lavoro ti sembrava una persona capace, il tuo capo una persona di cui fidarti, la tua donna una persona equilibrata, Bertinotti un comunista (bisognava sfocare lo sguardo però), il PD un partito d'opposizione, il Bagaglino uno spettacolo di satira, Bush un uomo con pieni poteri.

E' che, alla fine, è più facile vedere ciò che si vuole piuttosto che rassegnarsi ai fatti.

giovedì 7 maggio 2009

Cose per cui vale la pena vivere

I baci di Carlotta.
Camilla che canta.
Giorgia che cucina.
Cristian che mangia, finalmente.
Gianni che suona la chitarra.
Barbara sul divano, avvolta nelle sue coperte.
Gli abbracci di Paoletta.
La dolce intransigenza di Flora.
Le lasagne di mia madre.
Mio padre quando resta senza parole.
Susanna.
Le lucide follie di Basilio.
La pazienza di sua moglie Francesca.
L'anticonformismo di Carlo.
Vedere i Monty Python con Marco.
Incontrare un vecchio amico.
Il suono dell'organo Hammond.
Stairway to heaven.
Pulp Fiction.
Jackson Pollock.
Il Guggenheim di Bilbao.
La Sibilla Delfica dipinta da Michelangelo.
Il doriforo di Policleto.
Le liriche di Alceo.
Le canzoni di De André.
Il gelato al gusto di Ciaccissimo.
Vincere il derby contro i gobbi.
Paolo Pulici.
Un canestro vincente sulla sirena.
Lo scudetto di Varese della stella.
Il pane con l'uvetta del nonno Egidio.
Il salame di cioccolato della nonna Angelina.
Il risotto della nonna Maria.
Giocare a carte con mio nonno Battista.
Le gite al Sacro Monte di Varese.
Viterbo.
Quella volta che ho cantato con Demo Morselli.
Quando riuscivo a fare "Child in Time".
Quando ho scoperto che so fare ancora "So lonely".
Quando mio padre ha pianto perché mi ero laureato.
Quando mia madre ha pianto di gioia, non ricordo perché.
Quando qualcuno si è rivelato migliore di quanto pensassi.
Rieducational Channel.
Uomo d'acqua dolce.
Il Perù.
Parole crociate: "Sei romano", due lettere. Risposta del carabiniere: "No".
Il concerto al Ponderosa.
Impressioni di settembre.
Un regalo inaspettato.
Star Trek.
Fare una torta.
La carbonara.
Il budino al cioccolato.
Giorgia Todrani.
BMW R1200 GS.
John McEnroe.
Cané-Lendl a Wimbledon 1987.
Italia-Germania 3-1, 11 luglio 1982.
Le volte che ho fatto qualcosa perché era giusto farlo, anche se mi pesava.
Monica Bellucci.
Il primo amore.
Il mare della Calabria, trent'anni fa.
Cantare Victim of Changes, nel 1991.
Sapere che Luca Chiaravalli sta bene.
Luttazzi che prende in giro Berlusconi.
La scomparsa di Berlusconi dalla politica italiana (lo so che non è ancora successo, ma pregusto il piacere che ne proverò).
"C - Ti tocchi!"
Il grande Lebowsky.
Matrix (il film, il primo)
Il microfono Shure Beta 58.
thinkgeek.com
voglioscendere.it
Grazie a Dio non sono gobbo.
"L'immensità"
"La notte, mi fai impazzir..."
Savarese, di Robin Wood e Domingo Mandrafina.
Stefano Benni.
Frankenstein Junior.
Il prossimo concerto.
Il prossimo viaggio.
Il prossimo bacio.

Ogni volta che sarò depresso, rileggerò questo elenco, per ricordarmi che, nonostante tutto, "la vita è bella". Ah già, ecco che cosa mi ero dimenticato.

Domani 21 Aprile 2009 - Artisti uniti per l'Abruzzo

banner domani

La canzone è di Mauro Pagani. Lo scopo è nobile. I migliori cantanti italiani ci sono quasi tutti. E anche i migliori rapper. Devo aggiungere altro? Ah sì: buona visione e soprattutto buon ascolto.

venerdì 1 maggio 2009

Maiale

Da "Il Giornale", organo di propaganda del popolo delle libertà, già quotidiano d'informazione:
Va al contrattacco, Silvio Berlusconi. Prima di mangiare mortadella - a sostegno del suino nostrano - e girare per il parterre col vassoio in mano, in veste di cameriere. E lo fa alla sua maniera, provando a sgonfiare l’ennesima polemica con una battuta. Così, appena prende la parola, alla convention della Coldiretti, spiazza i presenti: «Devo chiedervi scusa, perché mi sono presentato qui senza veline...».
Ammiriamo tutti la capacità del premier di passare dalle maiale al maiale e viceversa, senza soluzione di continuità. Della maiala non si butta via niente: le si trova un posto al governo, o in una fiction della RAI, o sotto una scrivania, o la si dedica all'intrattenimento di qualche parlamentare (al contadino non far sapere quanta coca tira la maiala con l'onorevole Mele). Se non si riesce proprio a darle nessuno di questi incarichi, ci sono sempre le liste per le Elezioni Europee.

lunedì 27 aprile 2009

Nuovo ministro del governo Berlusconi

Notizia Bomba: Giovanni Stercoraro nuovo ministro dei rapporti con il parlamento: la sua prima dichiarazione è stata: "La mia missione è portare al parlamento le proposte del governo. Ho una certa esperienza con questo tipo di attività".
Qui sotto il link alla foto del nuovo ministro, alle prese con la sua prima attività istituzionale: la presentazione di un disegno di legge del ministro Carfagna. Il ministro Stercoraro dichiara: "Credo che questo ddl rispecchi in toto non solo le idee, ma anche le potenzialità della mia collega Carfagna."
foto

giovedì 16 aprile 2009

SOLIDARIETA' A VAURO. NO ALLA CENSURA.

Non ho mai scritto di politica e non lo farò nemmeno ora, se non in senso molto elevato, fuori dagli schemi in cui sguazzano i giornalisti (e gli scribacchini travestiti da giornalisti) che trattano la politica stessa.

Non entro nel merito della polemica sulla qualità delle vignette di Vauro. Esorto soltanto chiunque a leggere su wikipedia il significato della parola satira.

Ma in Italia si confondono prescrizione con assoluzione, democrazia con populismo, legalità con moralità, libertà con conformismo, informazione con propaganda.
E allora dire che il Bagaglino fa satira, anzi lodarlo perché fa una "satira rispettosa" (uno dei migliori ossimori degli ultimi tempi, insieme con "fuoco amico") è una cosa normale. Invece è una immonda, violenta, fastidiosa, imbecille, impensabile, irresponsabile idiozia.

Si diceva "una risata vi seppellirà", e invece ci sta seppellendo l'ignoranza.

Popular Posts

Collaboratori